DMP e DSP. Gli acronimi nell’era della digital transformation delle aziende

DIGITAL TRANSFORMATION GUGGIOLA - PROGRAMMATICWikipedia definisce il termine digital transformation come un insieme di cambiamenti prevalentemente tecnologici, culturali, organizzativi, sociali, creativi e manageriali. Anche l’ambito del marketing e dell’advertising subisce profonde trasformazioni in azienda, con Data Management Platform (DMP) e Demand Side Platform (DSP) in continua evoluzione.

GESTIRE I DATI CON GLI STRUMENTI TECNOLOGICI

Le aziende che investono in pubblicità possono fruire di un gran numero di dati (i c.d. big data) e utilizzarli per efficientare l’acquisto di spazi pubblicitari cioè acquisition e gestire al meglio i processi di marketing cioè conversion e retention.
Ma quali sono gli strumenti?

Troviamo due grandi categorie di software per i marketers: le tecnologie per la gestione dell’advertising, dette Ad Tech e quelle per gestire i processi di marketing, ovvero le Mar Tech. La linea che separa queste due categorie si fa sempre più sottile, proprio per la trasformazione che tutte le aziende, dalle PMI o grandi corporation, stanno attraversando con l’avvento della gestione delle informazioni in maniera digitale.

DIGITAL TRANSFORMATION GUGGIOLA - PROGRAMMATIC E STRUMENTI AD TECH MAR TECH

 

Nella sfera del Mar Tech, per un’azienda è fondamentale possedere un CRM, ovvero customer relationship management. Il CRM raccoglie le informazioni dei consumatori ed è in grado di facilitare la gestione degli stessi. I clienti sono una risorsa indispensabile per l’azienda, così come le sue properties digitali. Ecco perché accanto al CRM sarebbe bene dotarsi di uno strumento di Web Analytics, il più conosciuto è sicuramente Google Analytics, soluzione gratis di Google che permette di visionare il traffico e alcune azioni che compiono gli utenti sul sito. Per le strutture di business più evolute, che richiedono delle modalità di tracciamento più strutturate, allora anche il Tag Manager è uno strumento indispensabile. Il Tag Manager è un contenitore che viene inserito nei codici delle pagine e permette la gestione più fluida di tutti i tracciamenti che si vogliono gestire.

Sempre di più queste tecnologie di marketing si avvicinano alla dimensione dell’ad tech, dove troviamo appunto la DMP e la DSP. Questi due strumenti stanno affrontando una profonda evoluzione e sempre di più sono integrati nelle strutture delle aziende. Non solo grandi corporations, ma potenzialmente (anche se in maniera molto limitata rispetto alle funzionalità) un panettiere  potrebbe servirsi di una DSP. La DSP permette di erogare di campagne pubblicitarie in programmatic, abilitando le connessioni con gli ad exchange. Possiamo dire che la DSP è un ad server evoluto e permette un’erogazione più efficiente delle campagne pubblicitarie, anche se bisogna fare attenzione ad erogare in un contesto che definirei brand-friendly, evitando sorprese con casi di ad fraud da traffico non umano o altre diavolerie che si inventano gli hackers. Se leggendo queste righe ti sei accorto o accorta di avere le idee confuse su questi temi, allora ti consiglio di leggere il mio libro sul Programmatic Advertising, che trovi su Amazon o nelle migliori librerie. E’ una guida indispensabile per tutti i CMO, marketers e tutti coloro che direttamente o indirettamente hanno a che fare con la pubblicità digitale. Il programmatic ha superato il 50% degli investimenti della display advertising in media in Europa ed è ora una realtà che cresce di anno in anno ad una velocità mai vista anche in Italia.

PROGRAMMATIC ADVERTISING PER MARKETING PEOPLE

1 Comment

  1. […] Home e Radio. Chi vende e chi compra pubblicità si trova a fronteggiare un mercato più complesso, fatto di acronimi, offerte articolate, prezzi dinamici e obiettivi sempre più […]

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

*